La cifra politica di Renzi

2 settembre 2012 § Lascia un commento

Matteo Renzi, sindaco di Firenze (quando può, ovviamente) e quasi-candidato alle primarie illegali -contrastano con il loro statuto, ma non fa niente, loro sono democratici per definizione- del PD, ci ha chiarito ancora una volta la sua comprensione della politica:

“Grillo ha cambiato idea su tutto in questi anni, ma le cose che dice si smontano in un quarto d’ora se il Pd va in Parlamento e propone tre cose: dimezzamento del numero dei parlamentari, eliminazione del vitalizio, taglio degli stipendi anche dei consiglieri regionali. Se le facciamo noi queste cose Grillo diventa un fenomeno da baraccone” (dal Corriere di oggi).

Immagino gli applausi degli ascoltatori di partito. Faccio notare che così sembra che Renzi pensi che la politica sia copiatura delle proposte degli altri. Proprio il leader di cui l’Italia ha bisogno, uno con le palle che vede il futuro e ci indica la strada da seguire.  Non accenniamo al fatto che, dopo tutti questi mesi, pensare che la forza del M5S stia nelle sue proposte, incluse quelle contro la casta, è infantile.

Copiare serve, in politica, non c’è copyright, ma è davvero questo di cui abbiamo bisogno? Dio salvi l’Italia.

Annunci

Dove sono?

Stai esplorando le voci con il tag renzi M5S su Towards Transformative Politics.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: