(Parallelo) La Grecia come nuovo modello.

21 giugno 2015 § Lascia un commento

Grandi pensatori italiani, tipo quel personaggino di Messora (di cui mi rifiuto di linkare il blog) ma sempe con Salvini in prima fila -Grillo ormai arriva sempre dopo-, inneggiano piu’ o meno apertamente alla Grecia plaudendo alla politica di Tzipras.

Ricordiamo quale sia la questione greca: un Paese che per decenni ha falsificato i bilanci prima per poter entrare nell’Euro e poi per rimanerci, evitando in qualsiasi modo di riformare -qualcuno direbbe modernizzare- il proprio sistema produttivo e vivere protetto nel mercato unico. Per poterlo fare, fa debito, ovviamente. A un certo punto, i nodi arrivano al pettine, e per evitare incertezze a tutta la zona euro e salvaguardare gli investimenti di banche europee, la Troika, cattivona per definizione, presta denaro ad Atene a tassi molto ma molto inferiori a quelli di mercato (in caso contrario, la Grecia era fallita da un pezzo), chiedendo però che qualche modernizzazione si faccia, ovviamente, così da evitare di dover continuare a prestare. Maledetti schifosi, schifosi fascisti tecno-finanziari!

Qualcosa la Grecia fa, si estende il prestito. Poi danno altri soldi, poi riestendono il prestito. Questo capita un po’ di volte. A un certo punto, i greci si stancano dei costi sociali delle politiche di modernizzazione, ed eleggono Tzipras. Promesse elettorali assurde, si raccontano palle, si flirta con la Russia, e così si difende il popolo greco. Ta dà.

In altre parole, abbiamo la situazione di un truffatore che si indebita mentendo e si rifiuta di ripagare i prestiti. Di piu’: accusa i creditori di essere degli oppressori. Nel mondo reale, ci si farebbe una bella risata e si butterebbe via la chiave. Ma siamo in politica internazione, e gli Stati hanno delle scappatoie, in quanto sovrani. Ci perdono in credibilità, ci perdono gli operatori economici, ma si può, ancora in una certa misura, sfuggire alle proprie responsabilità. Il buffo è che, nel mondo della politica italiana e piu’ in generale in Italia, e per niente sorprendemente, abbiamo frotte di persone inneggianti. Inneggiamo a chi non si assume le proprie responsabilità internazionali! Inneggiamo ai free-riders! Frotte di cervelloni che biascicano sull’ “Europa che o è solidale o non è”. Non c’entra niente la solidarietà, il sostegno dello Stato forte a quello debole, e robaccia connessa. Qui parliamo di come dovrebbero comportarsi gli Stati che rispettano le regole nei confronti di chi non le rispetta. L’Europa è se basata sulla responsabilità e sulle comprensione reciproca. Dopo quelli arriva la solidarietà.

Nel mio piccolo, le palle girano. Forse perchè i soldi prestati ad Atene sono pure miei? Lo sono: IMF, World Bank, BCE, EU, funzionano con i finanziamenti degli Stati membri, ovvero anche l’Italia. I soldi italiani sono soldi miei, visto che (per la miseria) le tasse le pago tutte.

L’errore europeo, forse, è stato quello di far entrare la Grecia nell’Euro per ragioni politiche, e sperare poi di riuscire a renderla piu’ europea, visto che tutti sapevano che i bilanci erano truccati. E temo sia stato un errore far entrare pure l’Italia, con quelle sue operazioni contabili di breve periodo.

Si lasci andare la Grecia, fuori da euro e magari anche dall’Unione visto che palesemente segue politiche, pure estere, incompatibili con quelle comuni. L’euro sopravviverà di certo, nessun problema per l’Unione, anzi forse solo vantaggi . La Grecia ha un gran futuro con Turchia a Sud e Russia un poco piu’ distante a Nord-Est. La sua competitività produttiva, inesistente, assicura benessere certo. Chissà perchè i greci corrono a svuotare i conti correnti.

Ps. Poi, credo che un accordo lo troveranno.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo (Parallelo) La Grecia come nuovo modello. su Towards Transformative Politics.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: