Le veritá del blog

29 maggio 2014 § Lascia un commento

Uno dei piú devastanti errori politici del M5S nell’ultimo anno, di sostanza e comunicazione, é stata la sovrapposizione fra il blog di beppe grillo, e quello che ci viene scritto, e il M5S, e le sue posizioni politiche. Da un lato, questo ha costretto portavoci ed attivisti ad acrobazie di ogni tipo per giustificare e giustificarsi posizioni scritte con obiettivi mediatici, cioé tese a far parlare e quindi polarizzanti, dalle loro ricadute politiche. Dall’ altro, ha fornito criterio di selezione ideologica: chi esprimeva posizioni difformi diventava sospetto, non un vero 5 stelle, e quindi target legittimo di campagne di delegittimazione – se le posizioni difformi erano poi espresse pubblicamente, si passava al linciaggio. Sulla stupiditá di questa identificazione avevo giá scritto in tempi antichi.

In un mondo saturato di informazioni, la selezione di fonti affidabili é fondamentale. Per questo, in molti, troppi, soprattutto persone con limitate conoscenze, capacitá intellettuali, e tempo, all’ interno del M5S hanno iniziato ad accettare il blog come ‘bocca della veritá’. ‘ Informatevi’ voleva dire, e vuol dire: ‘ leggete il blog’. Non lo é mai stato, bocca della veritá: nonostante tante buone idee generali, le approssimazioni, e francamente le stupidaggini nei post sono sempre state copiose. Il non statuto, ricordo, mai ha chiesto l’ adesione a tutto quello che c’ era scritto sul blog, ma solo l’ adesione alle campagne del blog.

In ogni caso, oggi Aldo Giannuli, probabilmente chiamato a dare una certa legittimazione accademica a una lettura del risultato elettorale che rafforzasse la difesa del risultato elaborata dalla dirigenza, ha scritto un post che, fra acrobazie semantiche, storiche, comparativiste e tecniche, propone una lettura che presenta la sconfitta come una mezza vittoria. E va bene, l’ analisi non é tutta da buttare, ed almeno chiude con la richiesta di autocritica (pur se rimaniamo nel campo della comunicazione, perché Giannuli ben si guarda dall’ analizzare la sostanza). Ormai la credibilitá accademica di Giannuli, dopo i post scritti nel processo a risultati preordinati di ‘democrazia diretta’ e tutti gli errori che vi ha probabilmente dovuto mettere, é rasoterra. Quasi a livello di quella di Becchi. (‘Sti intellettuali organici hanno rotto i coglioni, ma immagino il lascito gramsciano proprio non ce la facciamo a rottamarlo)

Il punto é che neanche Giannuli é riuscito a seguire il gruppo M5S alla Camera (in realtá il gruppo comunicazione alla Camera, ma mi domando come sia possibile che un centinaio di persone accetti di avallare una stronzata del genere: o sono senza spina dorsale, il che é in realtá conclamato, o ci credono, il che é peggio: in entrambi i casi siamo nel campo dell’incapacitá politica. E il prossimo che mi dice che i parlamentari non sono politicamente incapaci gli spiaccico questa comunicazione -link sotto- sulla faccia), il quale, dopo Grillo che accusa gli anziani menefreghisti e ne trae sicurezza di vittoria (prima o poi ‘ sti stronzi moriranno), e Casalino che afferma quello che afferma, e Dibba che cambia idea, e Crimi che é contento, e la Taverna che si sente italiana al 21%, e la Lombardi che é pronta a ripartire con le espulsioni a braccetto della Lezzi che vuole espellere l’ attivista Ronzino, ha comunicato al mondo che non é vero che si sono persi 3 milioni di voti, perché É COME SE se ne fossero persi solo un milioncino. É COME SE. Ahhhhhhhhh.

Immagino ci siano fior di matematici pronti a mostrare un modello che giustifichi l’ affermazione. Io, nel mio piccolo, con i dati ufficiali del Ministero dell’ interno, ho fatto una sottrazione:
voti M5S Camera 2013 – voti M5S europee 2014 = circa 3 milioni di voti.
Provate anche voi, nel caso mi sbagliassi.

Il punto é questo: l’ articolo di Giannuli SUL SUO BLOG riporta il dato di 3 milioni di voti persi, l’ articolo di Giannuli SUL BLOG DI GRILLO invece riporta il dato di 1 milione di voti persi (qui la comparazione diretta)

Secondo me Giannuli non ce faceva neanche lui a seguirli su cotanta stonzata, e quindi ci hanno pensato loro: qualche genio della comunicazione ha colpito ancora. Buonanotte alle veritá del blog.

E necessitá assoluta di separare blog di Grillo da portale del M5S. E anche di eliminare lo staff, un apparato burocratico senza alcuna accountability.

PS. Ovviamente, mia solidarietá personale a Giannuli, dubito abbia dato il benestare.

Tag:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Le veritá del blog su Towards Transformative Politics.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: