Quanto durerà il #GovernoRaccogliticcio?

24 febbraio 2014 § Lascia un commento

Oggi il Senato inizierà a votare il GovernoDiSperanzaperl’Italia, con qualche voto rimediato (ma, ovviamente, senza i voti dei dissenti cinque stelle). Anche Civati e i civatiani finiranno per votarlo. Effettivamente, come si può non dar fiducia a un tale insieme di alte capacità politiche e competenze? Oh, ci sono tante donne. Ottimo. Ma oltre a questo il panorama è sconfortante. Si dice: devono essere bravi politici, i competenti (i tecnici) possono fare e hanno fatto disastri. Vero. Allora che Renzi dica chiaramente che il criterio è quello politico. Invece ci prende in giro.

 

Martina non è diventato Ministro dell’Agricoltura perchè è un bravo politico. Lo è diventato perchè è il capo di una corrente interna al Pd, quella dei bersaniani, ed è, beh, perito agrario… irrilevante che fosse favorevole alla Bergamo-Treviglio, bretella autostradale in project-financing mascherato voluta dalla Lega che come risultato sicuro avrebbe quello di sottrarre qualche migliaio di ettari all’agricoltura bergamasca. Mica male come presentazione.

La riforma della pubblica amministrazione è la priorità, twitta Renzi. Infatti, il Ministro è Marianna Badia, veltroniana dalla scintillante carriera politica.

E così via. 

Più che al GovernoDiSperanzaperl’Italia qui siamo al GovernoRaccogliticcio. 

Il progetto di Renzi è quello di far approvare alcune riforme (legge elettorale, forse Senato ma dubito riescano, e qualche altra cosina), sopravvivere alle Europee e poi andare alle urne per presentarsi come ‘quello che fa’ e ricevere un mandato elettorale decente (spero nessuno creda davvero che il progetto sia quello di arrivare a fine legislatura, eh?). In questo, ovviamente, è totalmente irrilevante il contenuto delle riforme: l’importante è farle, se sono una schifezza non importa. L’accordo Renzi-Berlusconi sulla legge elettorale è il modello da seguire.

Ce la farà? Renzi sembra già impaludato, e il sospetto che si sia stato incoraggiato a infilarsi in una strada senza uscita facendo leva sulla sua ambizione è sempre più forte. Per farlo fuori, ovviamente. 

Mi sembra che la domanda vera sia: quanti mesi durerà questo Governo? Io vado per i 6-8.

Forse il M5S ce la fa davvero a prendere il 51% alle prossime elezioni. Basterebbe non farsi del male per autolesionismo.

Ps. Mentre invece a noi l’autolesionismo non dispiace: dopo Orellana, ieri è stato il turno di Campanella e Bocchino a ri-ricevere la sfiducia del territorio. O almeno così dice il blog. In realtà, anche in questo caso, non è proprio così (bastano i seguenti due link: primo e secondo). Manca il triestino Battista. Non che non ci abbiano tentato, qualche settimana fa, ma il territorio aveva risposto picche. Ora dovrebbe esserci un consigliere comunale che si è reso disponibile…

Proposta sottovoce: E se per po’ queste lotte intestine le mettessimo da parte?

 

Tag:, , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Quanto durerà il #GovernoRaccogliticcio? su Towards Transformative Politics.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: