Tra il passato e schizzi di luce

10 maggio 2013 § Lascia un commento

Scanzi pubblica su facebook alcune considerazioni (sotto il post, qui invece il link):

Deputati e senatori 5 Stelle, il tema diaria è appassionante come un convegno sulle mietibatti. Si disquisisce lungamente di specchietti per le allodole per disinnescare e restaurare. Avete firmato un patto, la parte eccedente della diaria va restituita (altrimenti farete la parte dei “son come gli altri, poltronisti e avidi”, e non lo meritate). Occorre però parlare d’altro. Il M5S è stato messo all’angolo dalla Casta. Un po’ perché ci si è messo da solo (che cazzata titanica non aver tirato fuori Settis o Rodotà o Zagrebelsky al secondo giro di consultazioni con Napolitano: nulla sarebbe cambiato, perché il Pd voleva l’inciucio, ma gli avreste tolto ogni alibi). E molto perché ce l’hanno messo i marpioni della politica. La tecnica del criogenizzare i voti ha pagato in termini morali (“Siamo duri e puri e loro fanno l’inciucio”) ma non politici (la casta da “spazzare via” è più forte di prima). Su Rodotà il M5S è stato encomiabile, ma è stata (non per colpa vostra) una vittoria di Pirro. Chi dice che “Berlusconi è vivo per colpa di Grillo” vince il premio Disonestà Intellettuale dell’anno (infatti sono i fanboys di Letta e Boccia: persone tenerissime), ma di errori ne avete fatti anche voi. Meno del Pd (ovvio), ma ne avete fatti (loro 70%, voi 30%). Adesso come se ne esce? Si sta sull’Aventino a puntare il ditino contro le caricature viventi che stanno in Parlamento? Legittimo, ma assai effimero. Una masturbazione 2.0. È ora di diventare grandi. Di accettare le critiche (quelle oneste). Di selezionare meglio i propri rappresentanti (meno Lombardi e Mastrangeli, più Sarti e So-Figo Di Battista). Di essere più smaliziati e furbi (che non vuol dire cinici). E di essere più concreti. Chi vi ha votato vuole anche risultati, non solo sentirsi più libero e illibato degli altri. Mentre voi parlate di diaria e rendicontazioni (temi nobili e per voi fondanti, ma marginali per i cittadini comuni a cui per primi intendete rivolgervi), Pd e Pdl (cioè la stessa cosa, o quasi) stanno effettuando una Restaurazione tanto “garbata” quanto spietata. Sveglia, ragazzi. Qua sta crollando tutto, anzitutto la speranza (che in sé è una truffa, ammoniva Monicelli). Di tempo da perdere non ce n’è più.

Tutto molto condivisibile, tranne un errore analitico abbastanza marchiano: la responsabilità è opposta, 70% del M5S e 30% del Pd. Semplicemente perchè la posizione del M5S era molto più semplice, e soprattutto era molto più facile leggere la situazione politica dalla sua posizione (nel mio piccolo, l’avevo detto e ridetto quale sarebbero stati i passaggi, ben in anticipo -una volta che ci becco… detto anche al Pd, o quantomeno a degli esponenti bergamaschi che subito dopo l’incarico a Bersani e il primo rifiuto di grillo mi avevano chiesto via facebook, per esempio, ‘come la vedi?’ e a cui avevo risposto ‘la linea di bersani non porta da nessuna parte. avete bisogno di un papa nero.’ Che è quello che scrive Scanzi, l’errore fondamentale del M5S, il secondo giro a cui il M5S è arrivato senza un progetto politico e senza, soprattutto, un nome).

Ps. Grillo, intanto, ha sollecitato i parlamentari ad aprirsi, a parlare con i giornalisti e spiegare le idee del M5S.

Talvolta, inaspettatamente, uno schizzo di luce.

Tag:,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Tra il passato e schizzi di luce su Towards Transformative Politics.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: