Un paio di ovvietà

27 marzo 2013 § Lascia un commento

Essere critici con i portavoce del M5S, e sostenere che è importante per il Paese che si formi un governo, e che c’era (c’è ancora? Dubito) lo spazio politico perchè il M5S riuscisse a permettere la formazione di un governo che attuasse le priorità del programma del M5S, non vuol dire assolutamente che il M5S dovrebbe dare la fiducia a Bersani.

Come dice giustamente Scanzi, questo è l’abc del Movimento, semplicemente non esiste, e non è mai esistito.

Proporre un qualcosa in partenza inaccettabile dalla controparte, facendo come al solito il gioco delle tre carte utilizzando poi il fuoco mediatico per presentare una realtà di parte dipingendo l’altro come il Cattivone, l’Irresponsabile, l’Inaffidabile, quello Senza-senso-dello-Stato, pensando sempre di essere più furbi degli altri, che tipo di comportamento è?

Da Pd, ormai un marchio di fabbrica. E poi ci si chiede come mai ha perso le elezioni. Perchè, scusate l’ovvietà, ma il Pd, le elezioni, le ha perse.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Un paio di ovvietà su Towards Transformative Politics.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: